Dal 1995 Climatizzazione e Riscaldamento
tel 051 546574 - 327 3557171 mach1.3@libero.it
Perché è necessario eseguire la manutenzione ordinaria della caldaia

Perché è necessario eseguire la manutenzione ordinaria della caldaia

Perché è necessario eseguire la manutenzione ordinaria della caldaia

15 novembre 2016 - Articolo

La legge non specifica le cadenze con cui deve essere effettuata la manutenzione della caldaia. Il DPR n. 74 del 2013 precisa che le operazioni di manutenzione ordinaria della caldaia devono essere eseguite da ditte abilitate, in conformità alle prescrizioni e con la periodicità contenuta nelle istruzioni tecniche fornite dalla ditta che ha installato l'impianto. 


Questo significa che la regolarità con cui deve essere effettuata la manutenzione della caldaia è specificata nel manuale d'istruzioni del costruttore o sul libretto di impianto che viene fornito dalla ditta termoidraulica al momento dell'installazione della caldaia. La periodicità degli interventi di manutenzione della caldaia viene stabilita in base alla tipologia di caldaia e alla sua potenza: solitamente è da fare almeno ogni 2 anni.

Scegliere una caldaia a condensazione significa dotarsi di una tecnologia moderna che permette di risparmiare sui consumi di energia e di contribuire alla riduzione dell’inquinamento ambiente. (Clicca qui per saperne di più)

Con il passare del tempo gli elementi funzionali (scambiatori, ventilatore, bruciatore, apparato di evacuazione fumi, ecc.) sono soggetti ad un inevitabile deterioramento che ne provoca il decadimento prestazionale ed un aumento dei consumi.

Per questo motivo, se possiedi una caldaia a condensazione, la manutenzione annuale condotta attraverso un’accurata pulizia e un’attenta verifica dei corretti parametri di funzionamento, evita così la sostituzione della componentistica danneggiata in conseguenza di una esercizio anomalo o deteriorata da fattori inquinanti esterni, assicurando di fatto una maggior durata dell’apparecchio.

Nelle caldaie a condensazione viene spesso riscontrata la presenza di sporco normalmente di colore bianco all’interno delle camere di combustione. Tale fenomeno si presenta soprattutto nello scambiatore in alluminio o alluminio silicio e in maniera differente anche in quelle con moduli in acciaio.

Lo sporco si deposita sulle pareti della camera di combustione limitando progressivamente il passaggio dei fumi fino al blocco del bruciatore e lo scambio termico con l’acqua provocando un drastico aumento della temperatura all’interno della camera di combustione e probabilmente conseguente rottura dello stesso.

Se la manutenzione della caldaia a condensazione viene eseguita secondo le indicazioni riportate, dal costruttore dell’apparecchio, nel libretto di istruzioni (che nessuno legge) e comunque almeno una volta all’anno, cioè prima di arrivare all’intasamento totale dello scambiatore, l’intervento risulterà più semplice ed eviterà anomalie di esercizio che possono penalizzare prestazioni e consumi in misura anche importante. 

Contattaci o Richiedi un preventivo

Puoi richiedere senza impegno un preventivo gratuito per l'installazione, la vendita e la manutenzione di climatizzatori, condizionatori e caldaie.

 Security code